Lunedì, 25 Marzo 2019
SPORT

SPORT

PROFESSIONS

PROFESSIONS

ARTS

ARTS

TRADE & CRAFTS

TRADE & CRAFTS

U.P.K.L.

U.P.K.L.

Previous Next
SPORT SPORT
PROFESSIONS PROFESSIONS
ARTS ARTS
TRADE & CRAFTS TRADE & CRAFTS
U.P.K.L. U.P.K.L.
  • Campagna Real Estate

                                   

    Written on Martedì, 26 Febbraio 2019 07:19 in Professions Be the first to comment! Read 93 times
  • Depliant vantaggi Valutatori immobiliari

    Visualizza immediatamente i vantaggi dei Valutatori immobiliari affiliati a U.P.K.L.

    Written on Sabato, 12 Gennaio 2019 07:54 in Professions Be the first to comment! Read 262 times Read more...
  • REAL ESTATE VALUE

    Il Portale Real Estate Value è dedicato alle Agenzie immobiliari che non appartengono ad un franchising.

    Uno spazio di libertà pensato, progettato e sostenuto da una istituzione internazionale: UPKL, con sede a Bruxelles, che promuove e tutela i diritti dei consumatori, stringendo alleanze con partner qualificati e imprese commerciali che condividono la filosofia dello sviluppo commerciale sostenibile, professionale ed etico.

    Il Portale Real Estate Value promuove la cultura d'impresa per far collimare le stime commerciali degli immobili con le Valutazioni Immobiliari certificate ai sensi delle norme UNI 11612.

    UPKL, seleziona le candidature avanzate dagli Agenti Immobiliari che intendono qualificarsi e certificarsi come Valutatori Immobiliari ai sensi dello Standard UNI 11558/2014

    Favorisce la Qualificazione, Formazione e Certificazione dei Valutatori Immobiliari da parte di IICQ - Istituto Italiano Certificazioni Qualità.

    Assiste i Valutatori Immobiliari certificati IICQ per individuare i migliori strumenti di comunicazione e marketing per svolgere in modo più efficace, trasparente e innovativo il loro compito in ambito commerciale.

     

    Il Portale Real Estate Value ed i Consumatori 

    Gli annunci pubblicati dalle Agenzie Immobiliari del territorio rappresentano una selezione qualificata dell'offerta sul mercato, pertanto il numero delle proposte è contenuto ma di ottimo pregio.

    Ogni agenzia immobiliare che pubblica gli annunci ha assunto l'impegno di rispettare il codice deontologico della professione oltre a promuovere la tutela dei diritti regolati dalle Direttive europee e dalle leggi nazionali.

    Il Portale Real Estate Value sostiene le iniziative e premia gli operatori del settore che dimostrano, con azioni concrete di essere trasparenti e orientati alla tutela dei diritti dei consumatori del mercato immobiliare.

    I valori di questa comunità sono:

    TRASPARENZA - nello scambio delle informazioni e nella realizzazione di strumenti di comunicazione che creano valore per i Consumatori e gli Agenti immobiliari e gli operatori del settore Finanziario.

    L'ordine dei soggetti rappresentati è volutamente preciso; esso tiene conto del principio che i diritti dei Consumatori e la soddisfazione dei loro bisogni costituiscono motivo fondante del nostro essere e agire.

    ETICA - nella conduzione delle relazioni che devono essere improntate alla correttezza per conseguire il bene comune di tutti i soggetti coinvolti nel processo commerciale.

    VIRTU' - intesa come utilizzo consapevole dell'energie e delle risorse impiegate al fine di realizzare il bene comune di tutti i soggetti coinvolti.

    Il Portale Real Estate Value agisce per generare FIDUCIA attraverso il miglioramento e la condivisione delle buone prassi e coinvolge gli Agenti Immobiliari che hanno la vocazione di creare valore e benessere nelle comunità in cui operano.

    A partire dal 2020

    sono istituiti i seguenti riconoscimenti:

    AWARD AGENCY annuale per premiare le agenzie immobiliari che realizzano il miglior risultato di fatturato/numero di
    Valutazioni Immobiliari certificate.

    VEDI DEMO PORTALE [ REGISTRATI SUL SITO e inizia ad utilizzarlo]

     

     

    Written on Venerdì, 11 Gennaio 2019 15:11 in Professions Be the first to comment! Read 128 times
  • Chi ha diritto a...
    Chi ha diritto a...

    Chi ha diritto a ottenere la qualifica di VALUTATORE IMMOBILIARE

    Written on Lunedì, 07 Gennaio 2019 22:59 in Professions Be the first to comment! Read 382 times Read more...
  • Chi ha diritto a...

    Chi ha diritto a ottenere la qualifica di VALUTATORE IMMOBILIARE

    Written on Lunedì, 07 Gennaio 2019 22:51 in Professions Be the first to comment! Read 333 times Read more...
Ricordami

       
A+ R A-

Comunicato sui gravi fatti della Turchia

26 Luglio 2016

In seguito alla notte di violenza tra il 15 e il 16 luglio, durante la quale è stato tentato un colpo di stato militare, le autorità turche hanno intrapreso rapide purghe all'interno dell'esercito, del potere giudiziario e dell'amministrazione civile del ministero dell'interno. I dati riportati da Amnesty International segnalano: 7543 “complottisti” arrestati, 318 dei quali posti in detenzione preventiva; 7000 poliziotti sospesi, 2700 giudici e procuratori rimossi dall'incarico.

Le epurazioni di Erdogan, in un secondo momento, coinvolgono: 15.200 insegnanti pubblici, 492 Imam e docenti di religione, 21.000 docenti privati, 1.577 decani dell'Università, 100 agenti  dei servizi segreti sospesi.

La libertà di stampa è sotto scacco. Le autorità hanno arbitrariamente bloccato oltre 20 siti web d'informazione e sospeso 34 giornalisti. Il 19 luglio il governo ha revocato la licenza a 25 organi di stampa. 

Le continue dichiarazioni del presidente Erdogan e dei suoi rappresentanti circa il ripristino della pena di morte e il suo uso retroattivo per punire i responsabili del fallito golpe sono agghiaccianti: tutto ciò comporterebbe ad un'amara violazione delle convenzioni sui diritti umani di cui la Turchia è parte.

Il 20 luglio, a seguito di una riunione del Consiglio di sicurezza nazionale e del governo turco, il presidente Erdogan ha annunciato la volontà del governo di imporre uno stato di emergenza per almeno 3 mesi. Il governo ha, così, sospeso la Convenzione europea dei diritti dell'uomo. Lo stato di emergenza, inoltre, conferisce al presidente del Consiglio, insieme al suo governo, il potere di governare per decreto e ignorare il parlamento.

Secondo il diritto internazionale, le misure di emergenza, le quali possono essere adottate da un governo in caso di un pericolo imminente, devono essere necessarie e proporzionate in portata e durata.  Il loro utilizzo è rivolto esclusivamente per contrastare minacce alla sicurezza della nazione. Devono essere attentamente monitorate, temporanee e impiegate solo quando assolutamente necessario.

È bene sottolineare come secondo il diritto internazionale esistono alcuni diritti, come il diritto ad un processo equo e i divieti di tortura e discriminazione, che non possono essere sospesi né limitati.

È chiaro che il governo ha abusato delle leggi esistenti e, purtroppo, lo stato di emergenza alimenta le possibilità di perpetuare su questo irto sentiero.

Le vittime non sono più solo militari, magistrati, dipendenti pubblici, insegnanti e giornalisti; il Sultano Erdogan ha deciso di trascinare nell'inferno anche donne e bambini. 

L'Alta Corte di Istanbul ha eliminato di fatto il reato di abuso sessuale su minori indifesi.

La cesura pone oggi come limite l'età di 12 anni; di conseguenza dai 13 anni in su le vittime sono considerate adolescenti consapevoli della natura di un atto sessuale. La decisione diventerà legge effettiva il 13 gennaio 2017. 

La situazione, tuttavia, diventa ancora più drammatica, sempre che sia possibile. Le fonti locali segnalano stupri e abusi sessuali nei campi profughi turchi. Le vittime sono migliaia di bambini siriani e iracheni, i quali scappano dall'orrore della guerra per giungere all'inumanità di Erdogan. 

È il preludio di una dittatura, nella quale i diritti umani sono calpestati e violati senza riserve?

È più importante che mai che il governo turco faccia un passo indietro e rispetti i diritti inviolabili e inalienabili dell'uomo  e gli Stati Membri dell’Unione Europea adottino ogni misura diplomatica per  mantenere la democrazia e difendere i Diritti Umani dei cittadini turchi ed europei.

Direttore Dipartimento Diritti Umani

approvato

Dal Segretario Generale